Riscopriamo i classici

taxxxxiInnanzitutto buon anno a tutti.
Il mio Capodanno è stato abbastanza borderline a cuasa di una devastante influenza intestinale che mi ha colpito esattamente al momento di iniziare i festeggiamenti. Spero che il vostro sia stato migliore.

La mia crisi creativa prosegue, ma non posso esimermi da un breve flash sui tassisti alle soglie della seconda decade. Eh, già!  Chi si rivede

A parte che rispetto all’astio e alla pochezza di argomenti dei fan di Michael Jackson sono dei dilettanti, devo raccontare due cose. Una bella e una brutta.

Iniziamo con quella bella.
Un mesetto fa circa rientravo a Roma da Tirana di prima mattina, ma avevo dimenticato di chiedere alla segretaria di farmi trovare l’autista (NCC) all’aeroporto… E, somma disgrazia, mi è toccato prendere il taxi. Chiamo Samarcanda, mi faccio trovare alla doppia A (che non è più tale, ma non ricordo come si chiama adesso) e monto. Non dovevo nemmeno arrivare a casa mia (Talenti), ma a casa dei miei (Zona Viale Liegi, molto più vicino al centro).

Insomma partenza ore 7.40 arrivo a casa alle 9.50: due ore e dieci causa traffico bestiale. Il tassametro indicava 67 euro (c’è ancora chi dice che il transfer a prezzo fisso con l’NCC sia meno conveniente?). Faccio per pagare e il taxista, un ragazzo giovane con licenza alta, veltroniana, mi dice: "No, sono 50 euro! Tariffa Amica Samarcanda". Controlla le sue tabelle e aggiunge: "Abbiamo fatto la strada giusta, se cambiavamo strada, mi dovevi pagare il tassametro". Ora non ho capito bene la cosa, ma parrebbe quindi che il mio diritto ad usufruire della "Tariffa Amica" di Samarcanda dipendesse dalla strada che si faceva (e quindi, in ultimo, dal tassita stesso) e non dal tragitto. Bella cosa, grazie a lui e a Samarcanda.

A proposito di Samarcanda, quando viene fuori l’argomento taxi e tassisti con amici, conoscenti e lettori del blog, tutti hanno più omeno invisa la categoria nello stesso modo, ma tutti concordano che "Samarcanda è diversa". Di nuovo complimenti a Samarcanda, ma perché gli altri sono a loro volta diversi da Samarcanda?

La notizia brutta è su qualche giornale (Repubblica Roma di oggi, ma non trovo il link) ed è il "ritorno del Far West" (ritorno?) la notte di Capodanno.
Tassisti che si battono le corse (Dov’è che va? Nooo, troppo lontano sono a fine turno), fanno pagare tariffe assurde (100 euro Termini-Fidene) e lasciano le persone in mezzo alla strada di notte perché non c’è accordo sulla tariffa (ma non c’era il tassametro e lo sconto taxi per le donne? )…

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: