Home > acquisti, albania, lavoro, vita da jester > David Bradford reloaded

David Bradford reloaded

Come già detto in altri post, la mobilità (o meglio il ciaffico come direbbe "lo zio") è  il problema principale qui a Tirana, soprattutto per noi expat (come pare ci chiamino quelli che di queste cose se ne intendono).

Oltre al fatto che ti montano sopra anche se giri a piedi, girare con la macchina sfiora l’incoscienza e, per sovrammercato, qualcosa di grave è già successo e ci ha toccato tutti da molto vicino.

La nostra mobilità dipende dai taxi. Amici, convenzionati, economici, disponibili, ma pur sempre taxi. Con tre sedi e una quantità di gente sempre crescente, un sacco di soldi se ne vanno solo su questa voce di spesa. L’idea è quindi quella di prendere una macchina aziendale e di assumere un autista a tempo pieno (ovviamente uno che guidi bene) e usare i taxi per gestire l’overflow.

Oggi, con il mio taxista di fiducia (non avrei mai pensato di scrivere "taxista di fiducia" sul blog…) me ne sono andato in giro per concessionarie a cercare un qualcosa che facesse al caso nostro, possibilmente in pronta consegna.

Sono andato in Renault, in Peugeot, in Opel, in Fiat e in Volkswagen… E anche in Mercedes, ma evidentemente non lì sentono il bisogno di lavorare di sabato.

La scelta è caduta su questo.

transporter
Bello, grande (davvero) e prestigioso (abbastanza).

La prossima settimana, salvo sorprese, lo prendiamo. e cominciamo i trial per la scelta dell’autista…

La mobilità a Tirana non sarà più la stessa…

Annunci
  1. 15 giugno 2009 alle 08:23

    Sarà una bella esperienza.
    La prima cosa che mi è venuta in mente è che mai acquisto fu più opportuno: il Kindle…

    Buon proseguimento, e non essere avaro con le foto!

  2. 15 giugno 2009 alle 10:46

    Lo è già una bella esperienza.
    Il Kindle è effetivamente una svolta e le foto arriveranno.

    Cmq, ci vediamo domenica 🙂

  3. utente anonimo
    15 giugno 2009 alle 15:37

    mai “acquisto” fu più opportuno…
    ….mmmmmmmmmmmmmm….
    mai “regalo” fu più opportuno…
    diamo alla cecia quel che è della cecia! 🙂
    la cecia

  4. 17 giugno 2009 alle 07:45

    beh, qualcuno l’avrà sicuramente acquistato… chi non ha importanza! 🙂

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: