Abbruzzo

Jedan mi ha preceduto con questo bel post, ma la tragedia, che in questi giorni (speriamo sia finita) ha sconvolto L’Aquila e dintorni, ha mosso anche in me dei meccanismi di quelli “strani” che ti fanno sentire la disperazione nelle piccole cose…

Quei pensieri che magari sono stupidi e fuori luogo in un momento così, ma sconquassano proprio perché non ci penseresti mai e, per quanto insignificanti davanti alla devastazione, ne  fanno sentire tutta la potenza e soprattutto la vicinanza… Anche in chi come me, non ha interessi ed affetti particolari nell’area colpita (per fortuna).

Ebbene, in questi due giorni ero a Parigi ed ho seguito a pezzi e bocconi quello che stava succedendo tramite essenzialmente il TG1 la mattina in hotel… Stamattina, tra le altre cose, un giornalista ha detto qualcosa tipo “le Forze dell’Ordine, Polizia, Carabinieri e Corpo Forestale hanno vigilato tutta la notte per scongiurare altri episodi di sciacallaggio“…

Embè? Direte voi.

Beh, a me questa banale notizia mi ha letteralmente demolito emotivamente (c’è chi sta peggio, lo so, ma concedetemi l’iperbole) perché ho pensato che quella stessa Polizia e quei Carabinieri (oltre ai vigili urbani dei paesetti, ma non si parlava di loro) sono il nemico giurato quando vado (andavo?) in giro per quelle strade in moto. Con i loro agguati, i loro autovelox e tutta al retorica della sicurezza stradale finta di cui sono (solo) esecutori…

Le stesse persone sono passate nel giro di una sola notte da fustigatori dei costumi motociclistici (attività inutile e invisa ai più) a cacciatori di sciacalli (cosa che fa impressione solo a pensarla…) Non so a voi, ma a me ha sconvolto… Più di tante altre cose.

PS: Abbruzzo io lo scrivo con 2 B… Anche se è sbagliato, ma non ne sono convinto, mi piace così.

Annunci
  1. 8 aprile 2009 alle 09:13

    Gli ultimi episodi di sciacallaggio risalgono al terremoto di Reggio e Messina (1908) quando vennero fucilate oltre 200 persone colte in flagrante (all’epoca veniva applicata direttamente la legge marziale).
    Dopo di allora niente (solo un paio di balordi semiubriachi in Friuli)

    Il fenomeno è ancor più angosciante e richiama alla mente strane sensazioni che hanno a che fare col degrado generale della nostra società e rischiano di farci scivolare nel qualunquismo e nell’intolleranza da bar sport.

    Ma è comunque preoccupante.

  2. utente anonimo
    8 aprile 2009 alle 15:59

    Considerando la solerzia delle forze dell’ordine gli sciacalli potevano anche essere persone che andavano a prendere le ciabatte a casa loro

    Ma più probabilmente erano rumeni in trasferta … italiani mai

    bnb

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: