Home > pseudo recensioni, vita da jester > Una storiaccia italiana

Una storiaccia italiana

il mostroDel mostro di Firenze si sa un po’ tutto. Da un banale: "Beh? Era Pacciani, no?", al dream team di mostri che va sotto il nome di "compagni di merende", fino al terzo livello di ricconi satanisti e complottardi.
Tra Blu Notte, Un giorno in pretura e numerosi scampoli di tanti (troppi) telegiornali, ogni persona vagamente "informata" in questo paese, una vaga idea se la è fatta.
Però…
Però se ci chiedono di mettere in fila i fatti di dire esattamente cos’è successo, non tanto a livello di delitti, ma a livello di indagini e di come queste si sono allargate da nessuno a uno, poi da molti disgraziati a molti potenti, ci troviamo a malpartito (io almeno).
L’aver avuto un’informazione troppo frammentata e diluita in più di vent’anni (più… di… venti… anni…), non ha aiutato.
Ecco, invece, Giuttari che, con uno stile mutuato da una prestigiosa tradizioni di polizieschi americana, ci guida passo passo in quella che è stata la sua esperienza diretta di inquirente, con tutte le soddisfazioni, le frustrazioni e gli ostacoli.
E’ un punto di vista di parte, perché la realtà processuale è ancora dibattuta, ma è l’unico di quelli che ho sentito finora che sta in piedi e mi permetta di archiviare il mostro di Firenze come "faccenda conosciuta" nella mia personalissima "lista dei misteri d’Italia".

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: