Home > giri > Domenica 27.01.2008 – Maremme/2

Domenica 27.01.2008 – Maremme/2

Jesterscore:

Divertimento in moto cinque
Paesaggio tre
Avventura due
Scoperta due
Intermezzo tre

Secondo giorno (de che?)
Colazione con calma e pronti a partire da San Lorenzo Nuovo verso le 11. Il mio telefonino riprende il campo e ricevo il messaggio di Wolf (iena capo) che dice “Ci vediamo a Manciano alle 11.30”. Aaargh!!

Non ce l’aspettavamo, volevamo andare a Manciano per la via lunga dell’Amiata e scopriamo che siamo decisamente in ritardo. Conoscendo la suscettibilità delle Iene nei confronti dei ritardi ( ), saltiamo in moto e si va a palla per la via diretta… Proprio la SS 74, che avevamo fatto nell’altro verso il giorno prima… Guarda un po’.

E’ un po’ nuvoloso, niente sole in faccia. Pugnale fra i denti e alle 11.32 siamo a Manciano: 54 km di curve in 24 minuti, due furie ( ). Ovviamente delle iene nessuna traccia. 11.40, 11.50 e decidiamo di andar loro incontro verso Farnese. Non li incontriamo  per strada, ma a Farnese mi trovo un sms di Wolf che dice che stanno a Manciano. Devono aver fatto una strada alternativa, un classico.

Si gira la moto e finalmente a 12.30 ci si ritrova tutti insieme sulla piazza di Manciano. Stranamente, Wolf non si lamenta per il malinteso: evidentemente avevano il culo quadro anche loro…

Si riparte e si scende da Manciano verso Albinia al ritmo allegro tipico delle Iene. Tempo di arrivare a Porto Ercole, due foto di rito ed è già ora di mettere le zampe sotto al tavolino. Troviamo uno zozzone al porto e…

Intermezzo (lungo)

Paranza
Fine Intermezzo (lungo)


Le giornate sono corte e, quando si sta a tavola in buona compagnia, il tempo vola. Ci aspetterebbe l’Aurelia, dritta, spiattellagomme e piena di autovelox. 150 km di noia e freddo.

Contro il freddo non possiamo farci niente, ma contro la noia sì. A Montalto di Castro, Bnb ed ci buttiamo verso l’interno e, ancora una volta con il sole alle spalle, ce ne andiamo verso Tuscania, poi Vetralla, quindi la Cassia fino a Roma. Niente di che, ma meglio dell’Aurelia.

Annunci
Categorie:giri Tag:, , ,
  1. 7 febbraio 2008 alle 22:25

    Mica mi sembra così male come programma. Conosco la zona, conosco Porto Ercole, La feniglia, Orbetello, Tuscania, Vetralla, la Cassia e soprattutto l’Aurelia (che arriva fino in Francia e forse in Spagna). Tuscania non è affatto male, ma soprattutto… da dove arriva quel superfritto misto?

  2. 7 febbraio 2008 alle 22:38

    Beh, l’Aurelia, almeno fino in Liguria, di affascinante ha solo il fatto di sapere che, se tieni duro, ti ritrovi a Perpignan.

    Il fritto di pesce è una foto d’archivio (google images: paranza): ne sto ancora aspettando una dell’originale che ci siamo mangiati noi.

    PS: sei il primo commentatore del mio blog. Grazie.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: